Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for aprile 2010

Marito e Moglie nel privato e pluripremiata coppia di fotografi nella vita professionale. Che si tratti di animali selvatici o domestici, in studio o sul campo, dal reportage all’illustrazione, Animal Affairs si concentra sul ritmo e l’anima degli esseri viventi stupendo chi li osserva!

Heidi & Hans-Jürgen da quasi vent’anni sono specializzati nella realizzazione d’immagini di animali. Heidi & Hans-Jürgen gestiscono l’intera produzione fotografica dall’idea allo scatto, compresa la ricerca della location e degli animali, collaborando con scienziati e allevatori.

Le loro fotografie sono pubblicate in tutto il mondo su magazine di rilievo internazionale, tra questi spiccano i nomi di Stern, GEO, Le Figaro Magazine, Paris Match, Life, The Independent Magazine, Max, National Geographic, Focus, Sunday Times.

La celebre coppia tedesca ha ricevuto numerosi riconoscimenti internazionali che è bene ricordare: World Press Photo, Art Directors Club of Germany and Europe, Lead Award, BBC Wildlife Photographer of the Year Awards, Fuji Euro Award e Hansel-Mieth-Award.

Da oggi Animal Affairs è rappresentato in Italia da Olycom. Trovi le immagini su Olycom.it.  Contattaci, a tua disposizione i servizi fotografici più esclusivi e straordinari!

Read Full Post »

Finisce con sette ordinanze di custodia cautelare l’avventura imprenditoriale di Gian Gaetano Caso e del figlio Fabio, arrestati ieri dalla Guardia di Finanza di Roma, in un’inchiesta condotta dai pm Giuseppe Cascini e Andrea Mosca. Insieme ai Caso 14 le persone denunciate: il gip di Roma ha disposto gli arresti domiciliari per altre 5 persone, tra cui un commercialista e gli amministratori di diritto o di fatto di società riconducibili al Gruppo Hopit.

I reati a bilancio dell’operazione “Capital Watering” sono:

  • abusivismo bancario per oltre 200 milioni di euro,
  • 9 milioni di fatture false,
  • 80 milioni di fittizi aumenti di capitale sociale,
  • bancarotta fraudolenta per Hopit spa, Net Tel spa, Editoriale Dieci srl e Segem Spa
  • tentata truffa aggravata nei confronti della Regione Abruzzo per l’ottenimento illecito di fondi pubblici,
  • associazione per delinquere,
  • falsità, calunnia aggravata e resistenza a pubblico ufficiale.

In carcere è finito anche Roberto Lupi, coinvolto nell’inchiesta per via della società Laer, che nel settembre 2006 ha gestito la fine dei call center in Sardegna, mentre per Carlo Bassoli, Corrado Di Matteo, Michele Meloni, Maurizio Micozzi e lo stesso Fabio Caso sono stati disposti gli arresti domiciliari.

I Caso, con la loro holding Hopit spa, sono venuti più volte alla ribalta negli anni recenti, specialmente nell’editoria. Nel 2008 trattarono con Mariolina Marcucci l’acquisto della maggioranza dell’Unità. Nel 2007 la stessa Hopit aveva provato, insieme con Alberto Donati, a lanciare il quarto quotidiano sportivo italiano, Dieci, ma l’esperimento fallì dopo appena 96 giorni in edicola. Prima ancora, nel 2000, i Caso avevano lanciato a Roma il Globo, una free press finanziata con un contributo Ue e chiusa poco dopo. Donati, consigliere Fieg e gia’ al vertice del Corriere dell’Umbria, e’ uno dei 14 indagati nell’inchiesta, per bancarotta e aumenti fittizio di capitale.

Questa notizia si ripercuote su Olycom, che a questo punto vede infrante le possibilità di riscuotere dalla casa editrice quanto dovuto a fronte della vendita d’immagini per Di Tutto, Tutto In, La mia casa, Buona Cucina e Top Salute.

Un’altra pagina sulla crisi dell’editoria Italiana è stata scritta.

Olycom va avanti.

Read Full Post »

Il Publishers Information Bureau (PIB), organizzazione statunitense che rappresenta 250 periodici (circa l’85% del volume della pubblicità consumer sui magazines negli Stati Uniti), ha pubblicato i dati sui ricavi pubblicitari del primo trimestre 2010:

Le entrate totali sono dimunite del 4% rispetto al primo trimestre del 2009.

Il numero di pagine medio per periodico ha registrato un calo del 9% rispetto all’anno scorso.

La pubblicità nel settore automotive, per la prima volta dal 2007,  ha mostrato un aumento sia delle entrate pubblicitarie (+16%) che del numero di pagine (+1%) .

I settori finanziario, assicurativo e immobiliare sono quelli ad aver avuto la più grande crescita: i ricavi sono cresciuti del 18% e le pagine sono aumentate del 11%. Beauty e cosmetici hanno avuto un incremento del 12% e un 8% in più di pagine rispetto al primo trimestre del 2009.

Nonostante solamente un terzo (85) delle pubblicazioni  abbia segnato un aumento di pagine di annunci pubblicitari, il PIB si attende un secondo trimestre più solido e fiorente.

Read Full Post »

“Spesso non c’è bisogno di produrre immagini nuove. Osservando e rieditando immagini create anche per motivi non artistici o non autoriali è possibile indagare i meccanismi di produzione delle immagini dando una nuova chiave di lettura sociale e poetica”

by ph Armin Linke

Read Full Post »

Kathy Ryan è convinta che la fotografia possa assumere nuove forme e identità in una commistione di generi e contenuti: “quando scambio le assegnazioni, portando il fotografo documentario in contatto con Hollywood o quello artistico nella storia di guerra, accade qualcosa di magico, occhi freschi vedono cose nuove e i lettori, già bombardati da immagini, ricevono come una scossa.

Per il photo editor del NYT la fotografia sui giornali deve illustrare, provocare e informare al contempo: catalizzare lo sguardo del lettore con un punto di vista inedito su temi già noti.

La parola magica è innovare, spaziando dal mitico pioniere della fotografia al giovane sconosciuto. Per scovare talenti Ryan legge Blind Spot, Aperture, Foam Magazine e Eyemagazine. Monitora blog eccellenti tra i quali The Year in Picture di James Danzinger, Conscientious di Joerg Colberg, iheartphotograph e tinyvices di Tim Barbero.

Quest’estate la attendono a Losanna per un simposio al Musée de l’Elysee, dove visiterà la mostra ‘reGeneration’, una panoramica del lavoro di 80 studenti di fotografia provenienti da tutto il mondo. Da non perdere, parola di Kathy Ryan!

Read Full Post »

Collegati al sito web del Centre of the Picture Industry e leggi la notizia.

Read Full Post »

Clicca e guarda la Gallery

Luca Patrone nasce nel 1973 a Genova. Con due lauree in ingegneria e l’avvio della sua carriera in Accenture, Luca sembra destinato a diventare un brillante consulente aziendale.

A volte, però, capita che la creatività sopita diventi un fiume in piena fatto di determinazione e trasgressione per affermarsi nella propria vera strada professionale: la fotografia di portrait e moda.

Non importa che “mestiere” decidi di svolgere ma il livello di profondità, passione e preparazione culturale con il quale decidi di affrontarlo. Se ciò è vero, Luca Patrone fotografo ne è un esempio.

Ognuna delle sue immagini sembra l’espressione di un pensiero profondo e un’emozione tanto spontanea quanto razionale. Ogni suo lavoro è ricco di significato, il punto di arrivo di un ragionamento che ha investito la sua mente di autore.

Olycom è fiera di rappresentare la produzione fotografica di Luca Patrone, ritratti adatti per qualunque progetto fotografico, dall’editorial all’advertising: basta solo lasciarsi trasportare dall’immaginazione!

Read Full Post »

Older Posts »